Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Inter, gli argentini scaricano Adriano

In mattinata ha corso per 40 minuti nei bo­schi (magari ripensando al­l’ultima, salatissima, multaAdriano Leites Ribeiro che gli toccherà pagare per essersi presentato in ritardo pure per il primo allena­mento del 2009), mentre nel pomeriggio Adriano, come da programmi, si è unito al resto del gruppo. Oggi il menù del fu Imperatore sarà lo stesso e così anche nei prossimi giorni: obiettivo dell’Inter è quello di tirarlo a lucido anche perché, sottoli­neano i più maliziosi, rive­derlo in campo magari con­vincerebbe qualche poten­ziale acquirente ad aprire il portafogli e presentarsi a Palazzo Durini con un’offer­ta ritenuta equa (almeno 15 milioni cash). Marco Branca guarda con occhi speranzosi verso l’Inghilterra dove Chelsea e Manchester City, per diversi motivi, potrebbe­ro essere interessati ad Adriano che - non dimenti­chiamolo - fine a prova con­traria è il centravanti della Seleção di Carlos Dunga.

TENSIONI - Che la situazio­ne sia ormai insostenibile è provato dalla freddezza con cui il centravanti è stato ac­colto dai compagni. Facile capire il perché: nonostante il suo curriculum di malefat­te (nottate in discoteca, alle­namenti saltati, misteriose influenze) si sia arricchito quest’anno di nuovi capito­li, il fu Imperatore tra cam­pionato e Champions ha già giocato 12 partite, 9 delle quali da titolare, togliendo spazio a chi all’Inter non ha mai dato il minimo proble­ma. «E’ una situazione che va gestita», dicono da Palaz­zo Durini, ma è anche una situazione che potrebbe in­crinare i delicati ingranaggi che tengono unito lo spoglia­toio. Altro problema, ma non certo secondario, è quello di trovare un sostituto abile e arruolabile per la Cham­pions e per di più a prezzo di saldo. Massimo Moratti ha già fatto sapere ai più stretti collaboratori che con­sidera la rosa competitiva anche in caso di partenza di Adriano, toccherà a Mou­rinho convincere il presi­dente del contrario. Intanto dall’ala argentina dello spo­gliatoio è spinta con forza l’i­potesi Milito. Un’opzione che allo Speciale piacerebbe assai visto che si è convinto che gli argentini per attitu­dine al lavoro e attaccamen­to alla causa siano quanto di meglio possa esserci per af­frontare il campionato ita­liano. Probabilmente José lo dirà anche a Diego Marado­na, atteso nei prossimi gior­ni in visita pastorale alla Pi­netina e ( forse) in tribuna per Inter-Cagliari.

(fonte originale)
Tags:

0 comments